Home page »
Archivio Notizie »

Consegnate le borse di...

Notizie

Consegnate le borse di studio ai migliori delle terze medie castellane


8 settembre 2017
I ragazzi premiati con le borse di studio ai migliori delle terze medie di Castel Bolognese
La Bcc della Romagna Occidentale ha consegnato undici borse di studio ad altrettanti studenti che si sono distinti con il massimo risultato al termine del terzo anno della scuola secondaria di primo grado, calcolato sulla media matematica. La cerimonia è avvenuta nella tarda mattinata di oggi nei locali della sede centrale della banca. Qui il presidente Luigi Cimatti ha accolto i premiati, provenienti dalle tre terze classi del «Pascoli», facente parte dell'istituto comprensivo «Bassi». Ad accompagnare i ragazzi c'erano le famiglie e il prof. Luigi Proietti, vicario del dirigente. Questi i nomi dei premiati, ciascuno dei quali ha ritirato la borsa di studio di 250 euro offerta dalla banca: Chiara Perini, Nelli Celeste, Giulia Turrini, Diego Bertaccini, Elena Talenti, Veronica Cortecchia, Corinne Bruschi, Elisa Sola, Sara Mignogna, Filippo Minoccheri, Giulia Erriquez (assente giustificata e rappresentata dalla madre).

«Io ho gusti semplici, mi accontento solo del meglio», ha detto Luigi Cimatti ai ragazzi, citando Oscar Wilde per esortarli a continuare il loro percorso di studi così come hanno fatto finora, con impegno e ottimi risultati. Il presidente ha poi fatto un richiamo ai valori mutualistici della banca fondata nel 1904, ricordandone le radici nella Dottrina sociale della Chiesa. «Siamo una banca locale, diversa dalle altre. Siamo una cooperativa al servizio della comunità, e lo facciamo in modo trasparente. E' questo che fanno i migliori quando si mettono a disposizione del prossimo. Mi auguro - ha concluso Cimatti - che un giorno qualcuno di voi possa sedere nel consiglio della nostra banca o essere qui, a parlare al mio posto».

L'iniziativa, giunta alla terza edizione, è stata curata dall'Ars-Cra della BCC della Romagna Occidentale, rappresentata da Francesco Valli e Pasquale Marezzi, che sono intervenuto congratulandosi con i ragazzi e con gli insegnanti, e avrà certamente un seguito anche il prossimo anno quando le classi a cui assegnare le borse di studio saranno quattro, una in più del passato anno scolastico.

«Ora come ora devo affrontare le superiori che so essere molto impegnative. Ma, se tutto andrà bene, spero un giorno di raggiungere una stabilità con un lavoro che soddisfi i miei interessi, cosa che in Italia purtroppo non capita molto spesso, per questo probabilmente andrò all'estero, dove al momento ci sono più opportunità», ha detto Chiara Perini, una delle premiate, salita sul palco per raccontare le sue aspettative del futuro, condivise da molti coetanei presenti.