Home page »
Archivio Notizie »

A Castel Bolognese la...

Notizie

A Castel Bolognese la tappa finale della trentesima “Magia del Borgo”


4 settembre 2018
A Castel Bolognese la tappa finale della XXX “Magia del Borgo”
Si conclude a Castel Bolognese, domenica 16 settembre 2018, la trentesima edizione del festival musicale “La Magia del Borgo”, organizzata dall'associazione culturale “Chitarra e altro”, con la direzione artistica del Maestro Angelo Martelli e con il supporto della BCC della Romagna Occidentale. Il concerto che chiuderà il cartellone si terrà, a partire dalle ore 21.15, nella chiesa di San Francesco, in via Emilia interna 70, e avrà come protagonisti la violinista Beatrice Martelli e il pianista Gian Marco Verdone. I due giovani talenti saranno impegnati in musiche di Mozart, Bach, De Sarasate, Britten e originali di Verdone.

Nella lunga storia del festival si sono avvicendati grandi nomi del panorama musicale internazionale. Da Romanovski a Ghigli, passando per Marzadori, Fabbriciani e il Quartetto Fonè, che hanno presentato negli anni un repertorio che ha spaziato dal Rinascimento all'epoca contemporanea, utilizzando gli strumenti di riferimento delle varie epoche, così da offrire agli spettatori un ascolto filologicamente corretto. Nel corso dei trent'anni sono stati promossi oltre 250 concerti, 110 corsi di perfezionamento, 30 conferenze e incontri, con il coinvolgimento di centinaia di artisti e migliaia di spettatori, dando la possibilità a giovani musicisti di crescere e farsi conoscere a livello internazionale.

"Il festival musicale La Magia del Borgo è da tempo un evento di notevole spessore e di respiro internazionale - commentano dalla BCC della Romagna Occidentale -. Un evento che la nostra Banca sostiene con convinzione, mantenendo vivo il proprio impegno nel preservare il grande patrimonio artistico del territorio e rimettendo in circolo risorse a favore di tutte quelle realtà che lavorano per offrire alla comunità la possibilità di crescere e di frequentare luoghi ricchi di storia e cultura. La musica è una chiave di lettura originale delle trasformazioni della società e questo festival presenta un cartellone ricco di stimoli che provengono dal passato a fianco di scritture contemporanee".