Nel cuore agricolo della Romagna, Lugo, una città ricca di storia, cultura e di tradizioni.

Una storia le cui testimonianze si incontrano passeggiando per il centro cittadino, dove sorge in tutta la sua maestosità la cinquecentesca Rocca Estense.

È il monumento più caratteristico della città, simboleggia il passato di un centro abitato di grande importanza strategica per il territorio. Rappresenta una prestigiosa testimonianza nel campo dell’architettura fortificata, che caratterizzò in Romagna la formazione dei centri urbani a partire dal Basso Medioevo.

Come nei primi decenni dell’età moderna, ancora oggi Lugo si contraddistingue come nodo del traffico commerciale e finanziario. Una città viva e fiorente nella quale abbiamo deciso di radicarci aprendo nel Luglio del 2020 la nuova filiale di Lugo con la quale vogliamo trasmettere i nostri valori e i nostri principi di BCC costruita da persone che lavorano per altre persone.

Un territorio che abbiamo voluto omaggiare inserendo all'interno degli uffici della filiale, diverse foto del territorio lughese che abbiamo descritto e valorizzato all'interno della nostra pagina Instagram di TerraComune.

 

Un altro monumento che simboleggia la storia di questo splendido paese è il Pavaglione, il quadriportico mercatale, opera di Giuseppe Campana. Oggi è utilizzato come sede di mostre, eventi culturali del paese e spettacoli musicali che vengono valorizzati dalle caratteristiche architettoniche ed acustiche della struttura che talvolta si presenta come teatro all’aperto.

 

Uscendo dal Pavaglione, in contrapposizione all'imponente Rocca Estense, si eleva solenne l'omaggio al personaggio più celebre di Lugo. Un monumento all'eroe aviatore Francesco Baracca che si mise in luce con le sue gesta durante la prima guerra mondiale.

La città ha dedicato al suo eroe un monumento al suo coraggio e un museo per trasmettere anche ai più giovani la cultura e il ricordo dell'asso dell'aviazione italiana e medaglia d‘oro al valore militare.

 

 

Lugo, una città da esplorare e tutta da scoprire. Luoghi nascosti, forse inaspettati, vicini al centro storico, come il «Parco del Loto» dove i colori delle stagioni si mescolano lungo le sponde del suo lago.

Un parco naturale nel quale trovano riparo 200 specie animali, il suo nome è dovuto all’ampia diffusione dei fiori di loto e delle ninfee. Oasi di pace e di relax, che sa mette in contatto l'uomo con la natura che lo circonda. 

 

 

Uscendo dalla città e dal suo centro, seguendo la via disegnata dai canali d’acqua circondati da una rigogliosa vegetazione, troviamo l'antico "Ponte delle lavandaie". Manufatto storico che risale al 1600, costituito da gradoni tuttora conservati. Un ponte che trasmette tradizione portandoci indietro nel tempo, fino agli anni 50 del secolo scorso, quando le lavandaie del paese scendevano lungo i suoi scalini per lavare i panni.

La dolcezza e la serenità del posto sono note a tutti i lughesi che si fermano nei pressi del Ponte delle Lavandaie immaginando un passato non tanto lontano.

 

Un passato che noi di TerraComune amiamo raccontare. Un paese della nostra TerraComune, pieno di storie da tramandare e di tradizioni da custodire.